Previous
Next

due passi nel passato

la storia

Era il 1985 quando il giovane Giuseppe Barone, non ancora chef, decide con l’aiuto della madre e della moglie di aprire un ristorante a Modica alta. Proprio in quello stabile di via Nativo, Giuseppe, trova nascosta in un angolo di una sala una vecchia insegna di legno che riportava un nome: Fattoria delle Torri. Così decide…

...che quello sarà il nome del suo ristorante e da quel momento non cambierà mai più.
Così inizia l’avventura, le redini della cucina sono affidate alla mamma Ignazia, mentre la sala è retta da Giuseppe e dalla moglie Maria. Una cucina semplice ma con un tocco di classe, questa è la filosofia di Fattoria delle Torri; ma ben presto la fame di conoscenza e lo studio, portano Giuseppe ad entrare in cucina dove inizia a sperimentare sul concetto di cucina. Il livello si alza e Fattoria delle Torri comincia ad essere un punto di riferimento nel panorama gastronomico siciliano; dalla scelta delle materie prime, alla selezione della mise en place con piatti in vetro fatti a mano, la reputazione del ristorante e di Giuseppe Barone crescono come anche il pubblico; dunque, la scelta di spostarsi a Modica bassa, in un palazzo del 1600. Questa transizione subisce una battuta d’arresto nel 1997 quando viene a mancare la Signora Ignazia. Un anno difficile in cui impiega tutte le forze nel progetto di “Fattoria”, cosicché nel ’98 lo Chef Barone inaugura il nuovo locale. In un palazzo del XVII secolo che era stato per tanto tempo abbandonato, riapre Fattoria delle Torri; nei nuovi locali e con la sua reputazione di ristorante di livello, Fattoria diventa un punto di riferimento non solo della ristorazione, ma anche per i giovani cuochi che vogliono imparare un nuovo stile di cucina. Così, Fattoria delle Torri è sopravvissuto per ben 35 anni prima che le figlie dello Chef, Carla e Francesca, prendessero le redini dell’attività, portando una ventata di aria giovane ma sempre con uno straordinario attaccamento alle tradizioni.

Previous
Next